AMICIZIA

SINTESI DEL PENSIERO di C.S. Lewis

2016-01-01

 

Per gli antichi: è il più completo e più felice tra gli affetti. È scuola di virtù. L’amicizia nasce per interessi comuni, per affinità. Non è affetta da gelosia, anzi due amici sono ben lieti se a loro si aggiunge un terzo. È simile al Paradiso dove ogni santo in più accresce il godimento che ciascuno ha di Dio. Nella vera amicizia l’amore di apprezzamento è particolarmente radicato. Un vero amico riesce a mettere in luce ciò che abbiamo di più saggio, divertente, bello. L’amore per gli amici è libero da gelosia, da pretese, è la cosa più simile all’amore tra gli angeli. Per un amico fare un favore non è neppure uno sforzo e, appena fatto, subito se ne dimentica. L’amicizia sembra innalzare l’uomo  al livello degli angeli. 
Mentre l’amore eros chiede esclusività, l’amicizia si compiace di crescere in numero. Ogni amico può mettere il luce un diverso aspetto di noi, è quindi una ricchezza insostituibile.

 

ph: La Danza (La Danse), olio su tela, Henri Matisse, 1909.

˙