ATTENTO AD ICARO

chi vuole avvicinarsi troppo al Sole..

2018-03-12

Qualcuno ricorderà il mito di Icaro: per sfuggire al re Minosse, Dedalo costruì per sé e suo figlio Icaro delle ali con penne e le attaccò ai loro corpi con la cera. Malgrado gli avvertimenti del padre di non volare troppo alto, Icaro si fece prendere dall'ebbrezza del volo e si avvicinò troppo al sole. Il calore fuse la cera, facendolo cadere nel mare dove morì. Il padre arrivò sano e salvo in Sicilia dove costruì un tempio dedicato ad Apollo, in memoria del figlio.

Quello della moda è un settore che produce miliardi di fatturato in tutto il mondo, sviluppa talenti, dà lavoro ad un artigianato di incredibile qualità localizzato in particolare in Italia… bello, tutto questo è ottimo! Attenzione però, attenzione a voler volare troppo alto, attenzione a voler far politica, a voler “lanciare messaggi” come spesso avviene e come ha fatto in modo sgradevole nell’ultima (cupa) sfilata Alessandro Michele per Gucci. A parte il cattivo gusto di vedere una modella sfilare con una replica della propria testa in mano, anche il messaggio è sbagliato e banale: l’autodeterminazione, il voler essere quello che si vuole, come si vuole, quando lo si vuole. Per favore, limitati a fare il tuo lavoro, non inquinare ancora di più una società già sufficientemente inquinata e confusa!

Senza contare poi il gusto orribile dei vestiti, i volti emaciati e tristi dei modelli, la qualità dei tessuti che sembrano “cinesate”. Vinca pure, fatturino pure, ma non convincerà alla lunga. Preferisco Stefano Gabbana che afferma di non voler insegnare niente a nessuno, ma di voler sognare, di portare un po’ di allegria. Infatti è stata simpatica la trovata di usare i droni per le borse e di far sfilare in Rinascente. È lo spirito italiano, fatto di pasta asciutta, di fede e di ironia. L’Italia è un paese allegro, non cupo! Un paese che ama il buon cibo, il buon vino e delle sane risate! Altra sfilata simpatica è stata quella di Balenciaga, scanzonata, fatta di sovrapposizioni, di fuxia, di streetwear esagerato. Funziona, è il suo momento… è il momento delle cose facili, più easy e non pretenziose. Accanto alle sperimentazioni resta per fortuna l’eleganza, la raffinatezza di tessuti preziosi e le confezioni impeccabili come da Jil Sander, bellissima e senza tempo, da Rochas, che inserisce sempre due o tre tessuti pazzeschi, da Jacquemus, femminile e chic, un vero talento emergente!

Tanto lavoro, tanti investimenti, tanta gente che resta con i piedi per terra e pensa a fare bene il suo lavoro, forse loro sì che hanno bene a mente il mito di Icaro!

(Maximiliano Cattaneo)

Jacob Peter Gowy, 'La caduta di Icaro', 1636-38. Museo del Prado, Madrid (Spagna

˙