Addio a Karl Lagerfeld

Il Kaiser della moda

2019-02-23

Occhiali scuri anche di notte, capelli bianchissimi raccolti in una coda e guanti da aviatore di pelle nera, una classe innata. Se n'è andato all’età di 85 anni, lui che era un’icona mondiale della moda da oltre 60 anni e storico direttore artistico di Chanel. Karl Lagerfield è sempre stato un personaggio eclettico quanto misterioso.

L'incontro con la moda è arrivato nel 1949, quando la madre lo porta alla sua prima sfilata, di Dior, a Parigi, dove poi si trasferisce e dove nel '54 da Pierre Balmain ottiene il suo primo lavoro. Nel 1962 diventa il primo freelancer dell'industria della moda lavorando tra Francia, Italia, Gran Bretagna e Germania e lancia il suo marchio.

Nel 1965 ha inizio la collaborazione con Fendi e nel '64 è la volta di Chloé. Un docufilm racconta l'amicizia con lo storico rivale Yves Saint Laurent fino al litigio nel 1975.

“L'eleganza è un atteggiamento”, amava dire Karl, personaggio pubblico senza paragoni. Il suo team racconta che fosse in grado di lavorare anche 16 ore al giorno, preciso e instancabile. Nel corso della sua carriera le donne scelte come sue 'muse' sono poi diventate le più grandi modelle di tutte i tempi, da Inès de la Fressange a Cara Delevingne passando per la più recente Kaia Gerber, figlia di Cindy Crawford.

Ha passato da Chanel 36 anni della sua vita, e nell’ultima sfilata aveva fatto parlare la sua assenza.. «Karl è stanco» l'unica informazione trapelata. A salutare il front row è stata infatti il suo braccio destro, Virginie Viard, direttrice dello studio creativo della maison, che gli succederà alla direzione creativa. 

˙